More
    Casa e giardinoMagnolia - significato, cura, piantagione, curiosità e altre informazioni...

    Magnolia – significato, cura, piantagione, curiosità e altre informazioni da conoscere

    -

    Magnolia – caratteristiche

    Le magnolie sono un genere di piante angiosperme appartenenti alla famiglia Magnoliaceae e comprendono circa 300 specie di alberi e arbusti. Queste piante sono originarie delle zone temperate e tropicali dell’Asia, dell’America del Nord e dell’America Centrale. Ecco alcune delle principali caratteristiche della magnolia:

    • Foglie: La magnolia ha foglie grandi, carnose, di colore verde scuro. Sono disposte alternativamente sui rami e possono essere persistenti (verdi tutto l’anno) o decidue (che cadono).
    • Fiori: La magnolia è nota soprattutto per i suoi fiori grandi e delicati. I fiori possono essere solitari o riuniti in infiorescenze. Hanno petali grandi, solitamente nei colori bianco, rosa, lilla o giallo. I fiori di magnolia emettono un profumo piacevole e possono essere impollinati da insetti o dal vento.
    • Frutti: Dopo la fioritura, la magnolia produce frutti a forma di cono o capsula che contengono semi. I frutti di magnolia possono essere anche attraenti, nei colori come rosso o rosa.
    • Alberi e Arbusti: La magnolia varia in dimensioni, da arbusti più piccoli a imponenti alberi di notevole altezza. Un esempio notevole è la Magnolia grandiflora, che può raggiungere altezze fino a 30 metri.
    • Habitat e Coltivazione: La magnolia può essere trovata in una varietà di habitat, dalle foreste umide alle zone montane. Alcune specie di magnolia sono considerate piante ornamentali e vengono coltivate nei giardini e nei parchi per la loro bellezza.
    • Importanza Ecologica: La magnolia svolge un ruolo importante negli ecosistemi nativi, fornendo cibo e rifugio a diverse creature, tra cui uccelli e insetti.
    • Usi: Alcune specie di magnolia sono state utilizzate nella medicina tradizionale per varie proprietà terapeutiche. Inoltre, il legno di magnolia è prezioso ed è stato utilizzato nella costruzione, nella produzione di decorazioni e in altre applicazioni.

    Queste sono solo alcune delle caratteristiche generali della magnolia. Ogni specie può avere tratti unici e adattamenti specifici al suo ambiente naturale.

    Simbolismo della magnolia 

    La magnolia è associata a vari simboli e significati in diverse culture e contesti. Ecco alcuni dei simboli comuni attribuiti alla magnolia:

    • Bellezza ed Eleganza: I fiori grandi e belli della magnolia sono spesso considerati simboli di bellezza ed eleganza. Sono apprezzati per la loro forma distintiva e i petali delicati, associando la magnolia alla femminilità e alla grazia.
    • Purezza e Innocenza: I colori luminosi e puri dei fiori di magnolia, specialmente il bianco e il rosa, hanno associato la magnolia al simbolo di purezza e innocenza. La magnolia è spesso associata a matrimoni ed eventi cerimoniali per il suo significato di purezza e nuovi inizi.
    • Resistenza e Durata: Alcune specie di magnolia sono conosciute per la loro resistenza e durabilità in condizioni ambientali difficili. Pertanto, la magnolia può simboleggiare la perseveranza, la forza interiore e la capacità di resistere alle sfide.
    • Eleganza e Raffinatezza: La magnolia è spesso associata a tratti di raffinatezza ed eleganza grazie alla sua forma architettonica e ai suoi petali eleganti. È considerato un fiore sofisticato e stilizzato, in grado di aggiungere una nota di eleganza in vari contesti.
    • Femminilità e Delicatezza: Grazie alla bellezza e alla sensibilità dei suoi fiori, la magnolia è spesso associata alla femminilità e alla delicatezza. È considerato un fiore sensuale, in grado di evocare un senso di grazia e delicatezza.

    È importante notare che i significati e i simboli attribuiti alla magnolia possono variare in base alla cultura, alla tradizione e al contesto specifico. Queste interpretazioni non sono universali e possono esserci differenze di significato in diverse parti del mondo.

    Specie di Magnolia

    Ci sono circa 300 specie di magnolie conosciute in tutto il mondo. Ecco alcune delle specie di magnolia più conosciute e apprezzate:

    • Magnolia grandiflora: Conosciuta come magnolia a grandi fiori o magnolia del sud, questa specie è originaria del sud-est degli Stati Uniti. Ha foglie lucide, carnose e fiori grandi, bianchi e profumati. È un albero grande e imponente, che può raggiungere un’altezza di 30 metri.
    • Magnolia stellata: Questa specie, conosciuta come magnolia a stella, è originaria del Giappone. I suoi fiori hanno petali sottili, bianchi o rosa, che fioriscono prima dell’apparizione delle foglie in primavera. È un arbusto o un piccolo albero, alto fino a 5 metri.
    • Magnolia soulangeana: Questa specie è il risultato dell’ibridazione tra Magnolia denudata e Magnolia liliiflora. Originaria della Francia, è apprezzata per i suoi grandi fiori rosa chiaro, che appaiono prima dell’apparizione delle foglie. La Magnolia soulangeana è un arbusto o un piccolo albero.
    • Magnolia kobus: Originaria dell’Asia orientale, questa specie ha fiori bianchi, eleganti e a forma di stella. È un arbusto o un albero di media altezza e fiorisce prima dell’apparizione delle foglie.
    • Magnolia liliflora: Conosciuta anche come magnolia-lilla, questa specie è originaria della Cina. Ha fiori grandi, rosa-purpurei, che appaiono prima dell’apparizione delle foglie. È un arbusto o un piccolo albero, alto fino a 4 metri.
    • Magnolia denudata: Questa specie è originaria della Cina e ha fiori bianchi o rosa, profumati. È un arbusto o un piccolo albero e fiorisce prima dell’apparizione delle foglie.

    Queste sono solo alcune delle specie di magnolia conosciute. Ogni specie ha caratteristiche e aspetti unici, comprese variazioni di colore, dimensioni e periodo di fioritura.

    Piantagione della Magnolia

    Piantagione della Magnolia

    Fonte foto

    Per piantare una magnolia, segui questi passaggi:

    • Scegli un luogo adatto: Assicurati di selezionare un terreno ben drenato, ricco di nutrienti, e con esposizione al sole parziale o pieno. Evita le zone con terreno povero, eccessivamente umido o esposte al vento.
    • Prepara il foro di piantagione: Scava un foro di dimensioni generose, sufficientemente profondo e largo per consentire all’apparato radicale della magnolia di espandersi. Assicurati che il fondo del foro sia ben smosso e mescolato con compost o concime organico per migliorare la qualità del terreno.
    • Pianta la magnolia: Posiziona la magnolia nel foro, facendo attenzione che il livello del colletto (la zona in cui il tronco si incontra con le radici) sia allo stesso livello del suolo circostante. Riempi gradualmente il foro con il terreno preparato, premendo leggermente intorno alle radici per eliminare eventuali bolle d’aria. Assicurati che la magnolia sia stabile e diritta.
    • Irriga abbondantemente: Dopo la piantagione, annaffia abbondantemente per aiutare a stabilizzare il terreno intorno alle radici e favorire una buona presa. Assicurati che il terreno rimanga sempre leggermente umido, evitando l’irrigazione eccessiva, poiché le magnolie non tollerano terreni troppo umidi.
    • Applica pacciame: Applica uno strato di pacciame di circa 5-10 cm intorno alla base della pianta, evitando di toccare direttamente il tronco. Ciò contribuirà a mantenere il livello di umidità del terreno, impedirà la crescita delle erbacce e fornirà isolamento termico per l’apparato radicale.
    • Fornisci cure continue: Continua ad annaffiare regolarmente la magnolia nel primo anno dopo la piantagione e fornisci un concime specifico per piante legnose durante il periodo di crescita attiva. Taglia i rami secchi o danneggiati e rimuovi le erbacce intorno alla pianta.

    Ricerca informazioni specifiche sulla specie di magnolia che intendi piantare, poiché potrebbero esserci requisiti specifici di piantagione e cura. Considera anche i fattori climatici e locali specifici della tua zona per garantire condizioni ottimali di crescita per la magnolia.

    Cura della Magnolia 

    Pulizia

    La pulizia della magnolia può essere eseguita per mantenere la pianta sana e bella. Ecco alcuni aspetti importanti da considerare:

    • Rimuovere i rami secchi e danneggiati: Controlla periodicamente la magnolia e taglia eventuali rami che siano secchi, malati o danneggiati. Utilizza un attrezzo da taglio pulito e assicurati di effettuare tagli corretti per non compromettere la crescita sana della pianta.
    • Rimuovere i boccioli floreali appassiti: Dopo la fioritura, alcuni boccioli floreali possono seccare e diventare antiestetici. Puoi rimuovere questi boccioli per mantenere un aspetto pulito e consentire alla pianta di concentrare la sua energia sulla crescita successiva.
    • Pulire le foglie cadute: Durante l’autunno, la magnolia può perdere le foglie. Rimuovi le foglie cadute intorno alla pianta in modo che non si accumulino e previeni possibili infezioni o malattie.
    • Rimuovere le erbacce: Controlla l’area intorno alla magnolia e rimuovi le erbacce che crescono nelle vicinanze. Le erbacce possono competere con la pianta per le risorse e creare un ambiente favorevole a parassiti o malattie.
    • Pulizia generale: Puoi utilizzare un panno morbido e umido per pulire lo sporco o la polvere accumulati sulle foglie o sul fusto della magnolia. Assicurati di non applicare una pressione eccessiva per non danneggiare la struttura o l’integrità della pianta.

    È importante fare attenzione durante la pulizia della magnolia per evitare di ferire o danneggiare la pianta. Presta attenzione alle esigenze specifiche della tua magnolia e adatta la pulizia di conseguenza. Se hai dubbi o domande specifiche, consulta un esperto di giardinaggio per consigli aggiuntivi e indicazioni adeguate.

    Irrigazione

    L’irrigazione corretta della magnolia è essenziale per mantenere la sua salute e favorire la crescita ottimale. Ecco alcuni aspetti importanti da considerare per quanto riguarda l’irrigazione della magnolia:

    • Quantità di acqua: La magnolia preferisce un terreno umido ma non eccessivamente bagnato. Assicurati che il terreno sia ben drenato per evitare il ristagno d’acqua intorno alle radici. In generale, la magnolia dovrebbe essere annaffiata regolarmente, specialmente durante periodi di siccità o temperature elevate. Tuttavia, evita l’irrigazione eccessiva, poiché le radici della magnolia possono essere sensibili all’eccesso di umidità, che potrebbe portare al marciume.
    • Programma di irrigazione: Per la magnolia, un’irrigazione ogni pochi giorni o una volta alla settimana, a seconda delle condizioni meteorologiche, può essere adeguata. Durante i periodi di pioggia, puoi ridurre la frequenza dell’irrigazione.
    • Irrigazione in base alla stagione: Nel primo anno dalla piantagione, la magnolia richiede attenzione speciale e un’irrigazione regolare per stimolare la sua presa e lo sviluppo delle radici. Durante le calde estati, quando l’umidità è bassa, la magnolia potrebbe richiedere una maggiore quantità d’acqua. Man mano che la pianta matura, può adattarsi alle condizioni locali e richiedere meno irrigazione supplementare.
    • Metodo di irrigazione: Irriga la magnolia direttamente a livello del suolo, evitando di bagnare foglie e fiori. Ciò aiuta a prevenire l’insorgenza di malattie fungine e danni causati dall’umidità in eccesso. Puoi utilizzare un tubo con getto fine o un sistema di irrigazione a goccia per fornire acqua direttamente alle radici.
    • Monitorare le esigenze d’acqua: Stai attento ai segni di disidratazione della magnolia, come foglie accartocciate o cadute. Se il terreno è secco in profondità, è tempo di irrigare. Al contrario, assicurati di non esagerare con l’acqua, poiché un terreno troppo umido può causare problemi alla magnolia.

    È importante regolare la quantità e la frequenza dell’irrigazione in base alle condizioni specifiche del terreno, al clima e alla specie di magnolia che possiedi. Osserva e rispondi alle esigenze individuali della tua pianta per garantire un’idratazione adeguata e sana.

    Preparazione in primavera 

    La preparazione della magnolia in primavera è importante per stimolarne la crescita sana e godere di una fioritura abbondante. Ecco alcuni aspetti importanti da considerare per quanto riguarda la preparazione della magnolia in primavera:

    • Concimazione: Applicare un concime adeguato in primavera può fornire alla magnolia i nutrienti necessari per una crescita vigorosa. Scegli un concime specifico per piante legnose e segui le istruzioni sulla confezione per determinare la quantità e il modo di applicazione. Applica il concime intorno all’area delle radici, evitando di toccare direttamente il tronco.
    • Potatura di routine: La primavera è un momento opportuno per la potatura di routine della magnolia. Rimuovi i rami secchi, malati o danneggiati. Puoi anche potare i rami troppo fitti per favorire una migliore circolazione dell’aria e una forma estetica. Assicurati di utilizzare attrezzi da potatura puliti e affilati per evitare danni inutili alla pianta.
    • Rimozione delle erbacce: Controlla l’area intorno alla magnolia e rimuovi le erbacce che sono cresciute durante l’inverno o l’inizio della primavera. Le erbacce possono competere con la magnolia per le risorse e creare un ambiente favorevole a parassiti o malattie. Assicurati di rimuovere completamente le erbacce, comprese le radici, per prevenirne la ricrescita.
    • Monitoraggio di malattie e parassiti: In primavera, la magnolia può essere predisposta a certe malattie o parassiti. Monitora la pianta per segni di infezioni, come macchie, decolorazioni o deformazioni delle foglie. Se noti tali segni, consulta uno specialista di giardinaggio per identificare e trattare il problema.
    • Irrigazione adeguata: Assicurati che la magnolia riceva abbastanza acqua durante il periodo di crescita attiva in primavera. Irriga regolarmente in base alle esigenze specifiche della pianta e alle condizioni meteorologiche. Monitora lo stato del terreno e assicurati che sia ben drenato e non eccessivamente umido.

    È importante adattare la preparazione della magnolia in primavera alle esigenze specifiche della specie e alle condizioni locali. Consulta le informazioni specifiche sulla tua magnolia e prendi in considerazione le raccomandazioni dei produttori o degli esperti di giardinaggio per fornire cure ottimali in primavera.

    Conservazione durante l’inverno 

    La conservazione della magnolia durante l’inverno è importante per garantirne la protezione dalle basse temperature e dalle dure condizioni invernali. Ecco alcuni consigli sulla conservazione della magnolia durante l’inverno:

    • Protezione dal vento e dal gelo: Il vento forte e il gelo possono essere dannosi per le magnolie, in particolare per le specie più sensibili al freddo. Prima dell’arrivo dell’inverno, è possibile proteggere la magnolia dal vento e dal gelo coprendo la pianta con un materiale tessile, come iuta o una pellicola apposita per la protezione dal gelo. Assicurati di coprire l’intera pianta, dalle cime dei rami alla base.
    • Applicazione di uno strato di pacciame: Uno strato di pacciame intorno alla base della magnolia aiuta a proteggere le radici dalle temperature fredde e dalle variazioni estreme. Applica uno spesso strato di pacciame, circa 5-10 cm, intorno alla pianta, utilizzando materiali organici come paglia, foglie secche, cippato o compost. Il pacciame fornirà isolamento termico e contribuirà a mantenere il terreno più caldo e stabile.
    • Irrigazione adeguata: La magnolia potrebbe necessitare di meno acqua durante l’inverno, poiché l’attività di crescita rallenta. Monitora il livello di umidità del suolo e irriga solo quando il terreno è asciutto al tatto. Assicurati di non eccedere con l’irrigazione, poiché l’eccesso di umidità può portare al marciume delle radici.
    • Evitare il gelo nei vasi: Se la magnolia è piantata in un vaso, è importante proteggerla dal gelo. Posiziona il vaso in un luogo riparato dal vento e dalle temperature estreme. Puoi coprire il vaso con un materiale isolante o spostare la pianta in un luogo protetto, come una serra o un garage non riscaldato.
    • Monitoraggio delle condizioni della pianta: Durante l’inverno, monitora lo stato della magnolia e controlla periodicamente la presenza di segni di danni o malattie. Se noti zone secche, radici marce o altri problemi, consulta uno specialista di giardinaggio per consigli e trattamenti appropriati.

    È importante considerare i requisiti specifici della specie di magnolia che possiedi e adattare i metodi di protezione alle condizioni locali e al clima della tua zona. In caso di dubbi o domande specifiche, consulta uno specialista di giardinaggio per ulteriori indicazioni.

    Stimolare la crescita e la fioritura

    Per stimolare la crescita sana e la fioritura della magnolia, puoi prendere in considerazione le seguenti misure:

    • Fertilizzanti adeguati: Applica fertilizzanti specifici per piante legnose o per magnolie durante il periodo di crescita attiva, di solito in primavera e estate. Questi fertilizzanti contengono nutrienti essenziali come azoto, fosforo e potassio, che supportano lo sviluppo della pianta e la sua fioritura. Segui le istruzioni sulla confezione per quanto riguarda la quantità e la frequenza di applicazione.
    • Irrigazione adeguata: Assicurati che la magnolia riceva abbastanza acqua durante i periodi di siccità e che il terreno rimanga costantemente umido, ma non eccessivamente bagnato. Un adeguato livello di umidità supporterà la crescita e la fioritura della magnolia.
    • Potatura di routine: Esegui potature di routine per favorire una ramificazione sana e una fioritura abbondante. Rimuovi rami secchi, danneggiati o incrociati per migliorare la circolazione dell’aria e la penetrazione della luce. Evita potature drastiche che potrebbero influenzare negativamente la fioritura.
    • Gestione di parassiti e malattie: Monitora le piante per individuare segni di parassiti o malattie e prendi le misure necessarie per gestirli. Alcuni parassiti o malattie possono influenzare negativamente la crescita e la fioritura della magnolia. Consulta uno specialista di giardinaggio per l’identificazione e il trattamento adeguato.
    • Protezione contro condizioni estreme: Se la magnolia è esposta a condizioni estreme come temperature basse o venti forti, prendi misure per proteggerla. Copri la pianta con un materiale tessile o una pellicola per fornire protezione contro le temperature fredde e il vento forte.
    • Rispetto dei requisiti specifici della specie: Ogni specie di magnolia può avere requisiti specifici riguardo alla luce, al terreno, all’umidità e ad altri fattori ambientali. Assicurati di conoscere i requisiti specifici della tua magnolia e offrile le condizioni ideali per stimolare la crescita e la fioritura.

    Ricorda che ogni magnolia può essere diversa, e i risultati possono variare in base a fattori come le condizioni locali, la cura appropriata e la salute generale della pianta. Monitora attentamente la pianta e rispondi alle sue esigenze individuali per incoraggiare una crescita e una fioritura sane.

    Moltiplicazione della Magnolia

    Moltiplicazione della Magnolia

    Fonte foto

    La magnolia può essere moltiplicata attraverso diverse metodologie, tra cui semi, talee o innesti. Ecco alcune comuni tecniche di moltiplicazione della magnolia:

    • Moltiplicazione per seme: Raccogli i semi maturi da una magnolia sana. Lavali e lasciali asciugare per alcuni giorni. Successivamente, riempi un vaso o un contenitore con un terreno ricco di nutrienti e pianta i semi a una profondità di circa 1-2 cm. Mantieni il terreno leggermente umido e posiziona il contenitore in un luogo luminoso ma protetto dal sole diretto. La germinazione può richiedere da alcune settimane a alcuni mesi. Una volta che le piante sono abbastanza grandi, possono essere trapiantate nella posizione desiderata in giardino.
    • Moltiplicazione per talee legnose: Raccogli talee da una magnolia sana durante il periodo di riposo, di solito in inverno. Le talee dovrebbero avere una lunghezza di circa 15-30 cm e dovrebbero essere tagliate ad un angolo di circa 45 gradi sotto un gemma. Rimuovi le foglie dalla parte inferiore delle talee e applica un prodotto radicante. Pianta le talee in un terreno leggero e ben drenato, in un vaso o in un’area protetta del giardino. Mantieni il terreno leggermente umido e assicurati che ci sia un’alta umidità intorno alle talee, coprendole con un sacchetto di plastica trasparente. Dopo che le talee hanno radici, possono essere trapiantate nella posizione desiderata in giardino.
    • Moltiplicazione per innesto: Questo metodo è più complesso e richiede conoscenze ed abilità avanzate in giardinaggio. Puoi tentare di innestare una varietà desiderata di magnolia su un portinnesto adatto. Per fare ciò, seleziona il portinnesto appropriato e raccogli talee dalla magnolia desiderata e dal portinnesto. Esegui tagli precisi su entrambe le piante e le connetti tramite innesto o altre tecniche di innesto. Assicurati di proteggere la zona di innesto e di fornire condizioni ottimali per far radicare il ramo sulla pianta ospite. Questo metodo può richiedere abilità ed esperienza nell’innesto.

    È importante ricordare che la moltiplicazione della magnolia può essere un compito difficile e richiedere tempo e pazienza. Per ottenere i migliori risultati, consulta uno specialista di giardinaggio o una vivaio specializzato per ottenere consigli e assistenza aggiuntivi nella moltiplicazione della magnolia.

    Malattie e Parassiti

    Le magnolie possono essere colpite da alcune malattie e parassiti comuni. Ecco alcune delle problematiche più frequenti con cui le magnolie possono trovarsi a che fare:

    Malattie:

    • Antracnosi (Glomerella cingulata): Questa malattia fungina provoca macchie marroni sulle foglie e sui fiori, e in casi gravi può causare necrosi e caduta delle foglie. I trattamenti fungicidi possono essere applicati per controllare l’infezione.
    • Marciume delle radici (Armillaria spp.): Questo può infettare le radici delle magnolie, causandone l’ammosciamento, la decolorazione e la putrefazione. È importante prevenire l’eccesso di umidità e rimuovere le radici colpite.
    • Cancro corticale (Botryosphaeria spp.): Questa malattia provoca lesioni canellate sui fusti, una crescita lenta della pianta e la caduta delle foglie. Si consiglia di potare e rimuovere i rami colpiti e di applicare trattamenti fungicidi.

    Parassiti:

    • Cocciniglie (Pseudococcus spp.): Questi piccoli parassiti lanosi si trovano spesso su foglie e steli delle magnolie, succhiando la linfa delle piante e causando deformità e caduta delle foglie. Possono essere utilizzati insetticidi o soluzioni di sapone per controllare la popolazione di cocciniglie.
    • Cicaline della magnolia (Tingidae spp.): Questi piccoli insetti si nutrono delle foglie delle magnolie, lasciando macchie marroni e gialle. L’applicazione di insetticidi può aiutare a controllarli.
    • Tignola della magnolia (Carpocapsa spp.): Le larve di questa falena possono penetrare nei frutti delle magnolie, danneggiandoli. Per prevenire l’infestazione, raccogli i frutti quando sono maturi e evita di piantare magnolie vicino ad alberi infestati.

    È importante monitorare costantemente lo stato della tua magnolia e adottare misure preventive per prevenire la comparsa e la diffusione di malattie e parassiti. Se noti segni di infezione o danni, consulta uno specialista di giardinaggio per un’identificazione precisa e un trattamento adeguato del problema.

    Ultime notizie

    Albicocche – caratteristiche, benefici, controindicazioni e deliziose ricette

    Le albicocche sono davvero delle delizie della natura. Questi frutti sono apprezzati in tutto il mondo per il loro...

    I Giochi Olimpici – quando sono apparsi e come si sono evoluti nel tempo i giochi più popolari?

    I Giochi Olimpici rappresentano un evento di particolare importanza nel mondo dello sport, riunendo atleti da tutto il mondo...

    Mango – benefici, proprietà, come sceglierlo e come mangiarlo

    Mango, chiamato anche il re dei frutti tropicali, offre numerosi benefici per la salute e un gusto delizioso. Ricco...

    Ananas – quali benefici ha per la salute e come può essere consumato. Quanta quantità di ananas è consigliato consumare quotidianamente

    L'ananas è un frutto delizioso e succulento, noto per il suo sapore dolce e il suo aroma distintivo. Oltre...

    Il Codice di Hammurabi – cos’è e come è nato il più antico codice legale del mondo

    Il Codice di Hammurabi rappresenta un importante documento storico della Mesopotamia antica, creato intorno al 1760 a.C. È considerato...

    Cosa simboleggia l’elefante in diverse culture

    L'elefante è una creatura impressionante che ha catturato l'immaginazione degli esseri umani per secoli. Apparendo in una varietà di...

    Devi leggere

    Albicocche – caratteristiche, benefici, controindicazioni e deliziose ricette

    Le albicocche sono davvero delle delizie della natura. Questi...

    I Giochi Olimpici – quando sono apparsi e come si sono evoluti nel tempo i giochi più popolari?

    I Giochi Olimpici rappresentano un evento di particolare importanza...

    Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
    Consigliato a te